Immagine
Confagricoltura
Milano Lodi e Monza Brianza

 

da sempre al servizio dell'Agricoltura e delle Imprese Agricole

 


IMUIl “Decreto Crescita” ha introdotto una importante novità relativamente all’IMU: le società agricole sono equiparate agli imprenditori agricoli a titolo principale (IAP) e ai coltivatori diretti, al fine di includerle nelle agevolazioni fiscali riconosciute a questi ultimi ai fini IMU (di cui all’art. 13, comma 2, del D.L. n. 201/2011). In sostanza, i soggetti IAP societari vengono equiparati alle persone fisiche in possesso della stessa qualifica, e quindi non sono soggetti al pagamento dell’imposta. La norma, tra l’altro, è retroattiva.
Confagricoltura ha espresso soddisfazione per la novità introdotta, che era stata proposta e sostenuta proprio dalla nostra Organizzazione; la questione, che aveva suscitato interpretazioni difformi da parte di diversi Comuni e di alcune sezioni regionali dell’ANCI in relazione al pagamento dell’IMU, ora è chiarita definitivamente.