Immagine
Confagricoltura
Milano Lodi e Monza Brianza

 

da sempre al servizio dell'Agricoltura e delle Imprese Agricole

 


E’ stato firmato a Roma un accordo per sostenere la crescita in Italia di una energia rinnovabile, pulita, programmabile e flessibile. Tra i firmatari, oltre a Confagricoltura, anche CIB, ENI, FPT Industrial, IVECO, New Holland Agriculture e SNAM. L’intento è di attuare al meglio gli obiettivi del Decreto sul biometano.
Soddisfatto il nostro Presidente Boselli, secondo il quale l’accordo è testimonianza che il biometano -risorsa sostenibile- è la via per realizzare un’economia sempre più circolare che valorizza le risorse organiche come richiesto anche dagli ultimi indirizzi europei.
Dopo l’emanazione del decreto del 2 marzo 2018 che ha approfondito la promozione dell’uso del biometano e degli altri biocarburanti avanzati nel settore dei trasporti, arriva quindi un accordo di filiera del settore agricolo e industriale che vuole rispondere all’esigenza di raggiungere il target prefissato per il 2020 sulle energie rinnovabili nei trasporti e si proietta già nel percorso di decarbonizzazione previsto dalla strategia Clima Energia. Sono state promosse nuove sfide per la mobilità sostenibile prevedendo di raggiungere una quota rinnovabile del 21,6% al 2030 e contribuendo contemporaneamente alla riduzione dell’inquinamento atmosferico e al contrasto ai cambiamenti climatici.
Confagricoltura è fiera di far parte del gruppo di rappresentanze nazionali che hanno aderito all’accordo. “Questa nuova ed importante collaborazione nell’ambito della mobilità sostenibile -ha affermato Boselli- porterà risultati tangibili non sono in agricoltura, ma anche nella ricerca e nello sviluppo per tutti i cittadini italiani”.