ASito
Confagricoltura 
Milano Lodi e Monza Brianza

 

da sempre al servizio dell'Agricoltura e delle Imprese Agricole

 


E’ molto interessante il video promosso dalle associazioni “Carni sostenibili” ed “European Livestock Voice” (la prima italiana, che riunisce i produttori di carni e salumi, e la seconda che raggruppa gli organismi europei della filiera zootecnica), lanciato contemporaneamente in sette Paesi europei: Italia, Belgio, Germania, Francia, Spagna, Portogallo e Polonia. Nel video si spiegano “i 9 paradossi” della strategia europea del Farm to Fork, per impedire che l’approccio della strategia si basi su preconcetti errati e lontani dalla realtà. I 9 paradossi vengono illustrati e analizzati in questo video, che spiega in modo semplice e chiaro l’importanza delle tradizioni agricole ma anche gli enormi progressi compiuti dal settore in questi anni. Si può vedere su youtube 

Il recente DL Sostegni dispone un nuovo contributo a fondo perduto, gestito ed erogato dall’Agenzia delle Entrate, a favore dei soggetti titolari di Partita IVA che esercitano attività professionali o di impresa, comprese le aziende agricole, ed indipendentemente dal codice ATECO adottato. Per poter accedere al contributo è necessario aver conseguito nel 2019 ricavi non superiori a 10 milioni di euro ed aver subìto nell’anno 2020 un calo medio mensile di fatturato (corrispettivi compresi), rispetto all’anno 2019, pari almeno al 30%. In tal caso, spetta un contributo a fondo perduto pari alla differenza tra fatturato medio mensile 2019 e fatturato medio mensile 2020, moltiplicato per una percentuale variabile dal 20 al 60% in base a scaglioni di fatturato 2019. Il contributo minimo, in presenza dei suddetti requisiti, è pari a 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per società ed enti. Le domande saranno presentate in via telematica all’Agenzia delle Entrate dal 30 marzo al 28 maggio 2021; il contributo sarà erogato direttamente sul conto corrente indicato nella domanda, ovvero, su opzione, potrà essere utilizzato in compensazione in F24. Per le aziende che affidano a Unionservice la tenuta delle scritture contabili, sarà cura dei nostri uffici la verifica dei requisiti e la presentazione delle domande.

draghiGli altri provvedimenti previsti per il settore agricolo dal DL Sostegni sono, in estrema sintesi, i seguenti:
1) un nuovo esonero contributivo per il mese di gennaio 2021 a favore dei datori di lavoro per i loro dipendenti (che si aggiunge -come si ricorderà- all’esonero per il 1° e 2° trimestre 2020).
2) l’ulteriore finanziamento del Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle filiere agricole, che viene raddoppiato da 150 a 300 milioni di euro (perché diventi operativo occorre però attendere il necessario Decreto attuativo);
3) il rifinanziamento della CISOA per ulteriori 120 giorni, da utilizzare nel periodo 1-4/31-12-2021. Parallelamente viene prorogato dal 30 giugno al 31 ottobre 2021 il divieto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo (GMO) e collettivo, fatta eccezione per il caso di cessazione dell'attività d'impresa.
4) l'estensione dell’esonero contributivo per gli IAP e i CD under 40 anche alle attività iniziate o che inizieranno nel periodo fra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2021.
5) il bonus baby sitting per CD e IAP, per figli minori di 14 anni, per il periodo di sospensione dell’attività didattica in presenza o per il periodo di durata dell’infezione COVID-19 o per il periodo di durata della quarantena del figlio (per informazioni rivolgersi al nostro Patronato)

Soddisfazione sul DL Sostegni della nostra Confederazione, che nei giorni precedenti alla sua approvazione aveva chiesto uno sforzo ulteriore al Governo per fare fronte all’impatto economico delle nuove misure restrittive necessarie per affrontare la pandemia.
Oltre agli interventi specifici, Confagricoltura ha commentato positivamente anche l’accelerazione che il premier Draghi intende dare all’erogazione dei sostegni, superando l’impasse burocratico che ha rallentato il meccanismo di elargizione dei ristori, lasciando alcune filiere ancora senza gli aiuti deliberati dai precedenti provvedimenti legislativi.
Ora la nostra Organizzazione seguirà con attenzione il dibattito parlamentare che porterà alla conversione in legge del DL, cercando di apportare, laddove possibile, ulteriori miglioramenti al testo.

Con D.g.r. 17 marzo 2021 - n. XI/4416 Regione Lombardia ha approvato le nuove linee guida per il riconoscimento della qualifica di Imprenditore Agricolo Professionale (IAP). La nuova deliberazione viene applicata a partire dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale Regione Lombardia (BURL) serie ordinaria n. 11 di venerdì 19 marzo 2021, e alle istanze di riconoscimento di qualifica IAP protocollate successivamente a tale data.

Confagricoltura Lombardia ha predisposto un utile sunto sulla validità dei patentini fitosanitari. In estrema sintesi, il Decreto Milleproroghe ha stabilito che la validità dei certificati di abilitazione rilasciati dalle regioni, nonché degli attestati di funzionalità delle macchine irroratrici, in scadenza nel 2020 e nel 2021 o in corso di rinnovo, è prorogata di dodici mesi e comunque almeno fino al novantesimo giorno successivo alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.
Quindi tutto ciò che scade nel 2021 è prorogato almeno di 12 mesi e comunque di 90 giorni oltre la cessazione dello stato di emergenza se la pandemia dovesse prolungarsi oltre il 2021.
Per gli attestati in scadenza nel 2020 bisogna distinguere tra quelli che scadevano prima o dopo il 29 luglio 2020. Difatti, ad oggi, i 90 giorni dopo la fine dello stato di emergenza scadono il 29/7/21; dunque, gli attestati che scadevano dal 1/1/20 al 29/7/20 possono essere rinnovati entro il 29/7/21. Per quelli invece in scadenza dopo il 29/7/20 si applica la proroga legata ai 12 mesi.
In goni caso, è comunque opportuno attivarsi e provvedere ai rinnovi, per non arrivare troppo a ridosso della scadenza, usufruendo anche dei corsi che organizza la nostra Confagri MILOMB (per info rivolgersi al proprio Ufficio di Zona).

AGEA ha calcolato l’importo definitivo dei premi a capo spettanti agli allevatori che hanno presentato in autunno le Domande sul “Fondo zootecnia in crisi”.
Per le SCROFE ALLEVATE; come si ricorderà, il premio è stato elevato a 30 euro/capo e sarà erogato per intero, senza riduzioni.
Analogamente: per i CAPRINI MACELLATI il premio preventivato di 6 euro/capo sarà erogato per intero; per i VITELLI MACELLATI il premio preventivato di 110 euro/capo sarà erogato per intero.
Negli altri casi, invece, i contributi complessivi richiesti hanno superato il budget stanziato, quindi l’importo unitario per capo ha dovuto essere ridotto. In particolare:
• SUINI MACELLATI: 13,87 euro/capo (il premio teorico era “fino a 20 euro/capo”);
• OVICAPRINI ALLEVATI: 1,40 euro/capo (il premio teorico era “fino a 3 euro/capo”);
• CONIGLI: 0,85 euro (il premio teorico era “fino a 1 euro/capo”).

bdr bdnCome riportato in apertura di Notiziario, dal 1/4 non sono più attive le funzionalità dell’Anagrafe Zootecnica Regionale BDR relative ai bovini/bufalini e quindi tutte le operatività (es registrazione/stampa dei Modelli4, registrazione nascite/morti/movimentazioni) dovranno avvenire utilizzando direttamente la BDN (Banca Dati Nazionale).
A questo proposito segnaliamo che la Regione mette a disposizione alcuni materiali informativi e video tutorial, che sono raggiungibili alla home page dell’IZSLER www.izsler.it oppure ai seguenti link:
https://www.ats-brescia.it/da-bdr-a-bdn-per-gli-allevamenti-di-regione-lombardia
https://www.ats-milano.it/portale/Ats/Carta-dei-Servizi/Guida-ai-servizi/Allevamento/Anagrafe-Bovina