Immagine
Confagricoltura
Milano Lodi e Monza Brianza

 

da sempre al servizio dell'Agricoltura e delle Imprese Agricole

 


Il MinSalute informa che nel mese di ottobre sono stati riscontrati dei nuovi focolai di BTV1 nelle province di Forlì Cesena e Rimini modificando le zone di restrizione rispetto a questo sierotipo. Vengono, quindi, incluse nella zona di restrizione per BTV1- 4 tutta la Regione Emila Romagna, Lombardia e Veneto.

La nuova situazione epidemiologica, quindi, crea un nuovo scenario in ambito ai requisiti da applicare per la movimentazione dei capi che dovranno prevedere la vaccinazione del sierotipo BTV1 dalle nuove zone in restrizione sopra indicate verso quelle rimaste indenni (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Trentino A.A., Friuli V. G.), mentre si semplificherà la movimentazione dal centro-sud Italia verso i nuovi territori in restrizione che non necessiteranno più della vaccinazione per tali sierotipi

In ambito al vaccino per il sierotipo BTV1 e BTV4 al momento la ditta produttrice ha al momento la disponibilità per il vaccino per i bovini per il sierotipo BTV1; mentre il vaccino per il BTV4 invece arriverà tra qualche settimana dalla Francia, mentre non è disponibile e non è in produzione il vaccino con entrambi i sierotipi BTV1-4.

In un recente incontro con il MinSalute la nostra Organizzazione ha evidenziato preoccupazione per la problematica della disponibilità dei vaccini (nello specifico per la movimentazione degli animali verso le malghe, nella prossima primavera, dalla Lombardia e dal Veneto verso territori indenni da BTV1), sottolineando la necessità che le Regioni si assumano finalmente la responsabilità di adottare piani vaccinali, senza demandare l’acquisto dei vaccini alle Associazioni di categoria.