Immagine
Confagricoltura
Milano Lodi e Monza Brianza

 

da sempre al servizio dell'Agricoltura e delle Imprese Agricole

 


Nel semestre invernale, come ogni anno, sono in vigore le misure strutturali permanenti di limitazione della circolazione per i veicoli più inquinanti finalizzate alla riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e al miglioramento della qualità dell'aria:
INQUINANTIAUTOVEICOLI EURO 0 BENZINA E DIESEL ED EURO 1 E 2 DIESEL: le limitazioni sono in vigore: dal lunedì al venerdì (esclusi quelli festivi infrasettimanali), dalle ore 7.30 alle ore 19.30, permanentemente tutto l’anno, nei Comuni di Fascia 1 e Fascia 2 (570 Comuni) della Lombardia.
AUTOVEICOLI EURO 3 DIESEL: sono state estese a tutto l’anno, a partire dal 1° ottobre 2019, le limitazioni permanenti per gli autoveicoli Euro 3 diesel. In particolare, le limitazioni sono in vigore: dal lunedì al venerdì (esclusi quelli festivi infrasettimanali), dalle ore 7.30 alle ore 19.30, permanentemente tutto l’anno a partire dal 1° ottobre 2019, nei Comuni di Fascia 1 (209 Comuni) e nei Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti appartenenti alla Fascia 2 (5 Comuni: Varese, Lecco, Vigevano, Abbiategrasso e S. Giuliano Milanese).
Il fermo della circolazione dei veicoli si applica all’intera rete stradale ricadente nelle aree urbane dei Comuni interessati, con l’esclusione: delle autostrade; delle strade di interesse regionale; dei tratti di collegamento tra strade cui ai precedenti due punti, gli svincoli autostradali ed i parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici ricadenti all’interno della zona oggetto del presente ambito di applicazione.
A partire dal 1°ottobre 2019 inoltre sarà possibile accedere al progetto MOVE-IN: si tratta di un progetto, ad adesione volontaria, che prevede l’installazione di una scatola nera all’interno del veicolo, che da un lato recupera le informazioni sui movimenti del veicolo e dall’altro fornisce in tempo reale dati sullo stile di guida e sui consumi a esso legati che il sottoscrittore può monitorare attraverso un’apposita applicazione. Chi sottoscrive il progetto ha diritto a una deroga chilometrica rispetto ai divieti vigenti e avrà quindi a disposizione un certo numero di chilometri da “spendere” in aree oggi soggette a divieto.