ASito
Confagricoltura 
Milano Lodi e Monza Brianza

 

da sempre al servizio dell'Agricoltura e delle Imprese Agricole

 


L'INPS, con circolare n. 72 del 9 giugno scorso, ha provveduto a fornire le istruzioni operative per la fruizione dell'esonero contributivo previsto dalla Legge di Bilancio 2020 a favore dei giovani imprenditori agricoli. L'incentivo, come noto, consiste nell'esonero dal versamento del 100% della contribuzione relativa all'assicurazione generale obbligatoria (AGO) per invalidità, vecchiaia e superstiti (IVS) nonché del relativo contributo addizionale, per un periodo di 24 mesi dall'inizio dell'attività, a favore degli IAP e dei CD di età inferiore a 40 anni, che si iscrivono alla previdenza agricola nel corso dell'anno 2020. Sono esclusi dall'agevolazione, il contributo di maternità e il contributo per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, quest'ultimo dovuto solo dai CD. L'esonero non è cumulabile con altre agevolazioni.
IAP e CD interessati devono presentare l'istanza di ammissione all'incentivo esclusivamente in modalità telematica attraverso il Cassetto previdenziale per autonomi agricoli, utilizzando il modello CD/IAP 2020, entro 120 giorni dalla data di comunicazione di inizio attività. Per inizio dal 1° gennaio 2020, il termine scade il 29 luglio p.v..
L'INPS provvederà a verificare la tempestività dell'istanza e il possesso dei requisiti e, in caso di esito positivo, comunicherà l'ammissione al beneficiario.