ASito
Confagricoltura 
Milano Lodi e Monza Brianza

 

da sempre al servizio dell'Agricoltura e delle Imprese Agricole

 


IMUIl “Decreto Crescita” ha introdotto una importante novità relativamente all’IMU: le società agricole sono equiparate agli imprenditori agricoli a titolo principale (IAP) e ai coltivatori diretti, al fine di includerle nelle agevolazioni fiscali riconosciute a questi ultimi ai fini IMU (di cui all’art. 13, comma 2, del D.L. n. 201/2011). In sostanza, i soggetti IAP societari vengono equiparati alle persone fisiche in possesso della stessa qualifica, e quindi non sono soggetti al pagamento dell’imposta. La norma, tra l’altro, è retroattiva.
Confagricoltura ha espresso soddisfazione per la novità introdotta, che era stata proposta e sostenuta proprio dalla nostra Organizzazione; la questione, che aveva suscitato interpretazioni difformi da parte di diversi Comuni e di alcune sezioni regionali dell’ANCI in relazione al pagamento dell’IMU, ora è chiarita definitivamente.

Ricordiamo a tutti i giovani delle aziende agricole associate che l’ANGA MILOMB ha organizzato per il 21 giugno prossimo alle ore 21 a Gaggiano, al Green Events Natura Boscaccio, SP 139. INTERVENITE NUMEROSI!!!

LOCANDINA

elezioniAll’indomani del voto alle Europee, il Presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti è intervenuto per sottolineare alcuni punti importanti della “partita” europea: innanzitutto, l’UE ha sul tavolo la riforma della PAC, determinante e urgente per la nostra agricoltura; ma come agricoltori italiani che operano in un mercato comune chiediamo anche regole europee reciproche, partendo dal sistema fiscale, che invece oggi opprime le aziende italiane e le penalizza rispetto agli altri Paesi. L’armonizzazione delle norme deve riguardare anche il costo del lavoro e le pratiche ambientali, per costruire un’Europa più competitiva in ambito internazionale. Per farlo, occorre un’Italia più coraggiosa e lungimirante nelle riforme, capace di essere protagonista in questa battaglia. Confagricoltura si pone al fianco dei parlamentari che condividono le esigenze degli imprenditori italiani e intendono affrontarle con tempestività. “Se contassero solo le cifre e la qualità del nostro sistema di settore” ha concluso Giansanti “non dovrebbero esserci grandi ostacoli alla nomina di un italiano quale prossimo Commissario Europeo all’Agricoltura e allo Sviluppo rurale”.
Dal canto suo, il Presidente regionale Antonio Boselli ha augurato buon lavoro ai parlamentari eletti, come Massimiliano Salini di Forza Italia, Angelo Ciocca ed Oscar Lancini della Lega, Patrizia Toia del Pd, Eleonora Evi del Movimento 5 Stelle, Carlo Fidanza di Fratelli d’Italia che torna dopo una legislatura di assenza, all’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia e all’attuale assessore comunale milanese Pierfrancesco Majorino per il Pd e ad Isabella Tovaglieri per la Lega. La nostra Organizzazione, da un lato, chiederà agli europarlamentari eletti e provenienti dalle province lombarde di lavorare per rimettere l’impresa al centro di un programma strategico di ampio respiro e, dall’altro, si mette a disposizione dei componenti del nuovo Parlamento Ue per portare loro la voce delle imprese e fornire indicazioni importanti per lo svolgimento dell’attività legislativa.

Segnaliamo a tutti gli associati che il Servizio Assicurativo organizzato dalla nostra associazione è stato potenziato inserendo nuove professionalità, che potranno dare un importante aiuto per le problematiche assicurative. Oltre alla grandine, siamo quindi ora in grado di fornire un servizio migliorato su tutti i rami, con una consulenza gratuita e con polizze che, grazie alle nostre convenzioni, potranno godere di condizioni molto vantaggiose per le aziende (ad esempio, polizza trattori a 80 euro). Tutto questo nell’ottica di fornire sempre più servizi che siano di supporto, sia in termini di economicità che di professionalità, alle aziende associate; ciò sia per la campagna grandine che per qualsiasi altra problematica del ramo assicurativo.
Nei prossimi giorni i Segretari di Zona provvederanno a contattare le aziende per fissare un appuntamento volto ad illustrare le proposte assicurative.

In maggio Milano sarà sede di un importante evento per la nostra Confederazione: sabato 18 si terrà, proprio nel nostro capoluogo, l’Assemblea generale di Confagricoltura. La sede prescelta è “Palazzo Mezzanotte” della Borsa, in Piazza Affari n. 6. I lavori avranno inizio alle ore 10.30 e termineranno alle ore 13.30 (con un buffet lunch).
Per i nostri associati questa è una occasione significativa per partecipare ad un evento di caratura nazionale. Invitiamo quindi tutti ad esser presenti, per condividere questo momento della nostra Organizzazione e per dimostrare la partecipazione massiccia di Confagricoltura MILOMB.

alpiniCi sarà anche Confagricoltura come partner ufficiale della 92° Adunata alpini1dell’Associazione Nazionale Alpini, in programma a Milano il 10, 11 e 12 maggio prossimi. Confagricoltura sarà sponsor dell’evento nelle varie iniziative che lo caratterizzeranno; in particolare, Confagricoltura fornirà una selezione di prodotti tipici, provenienti dalle aziende associate dei diversi territori. Proprio per promuovere le specificità agricole dei territori e delle aziende associate, delle proprie attività e dei servizi offerti, Confagricoltura avrà uno spazio dedicato all’interno del Villaggio dell’Adunata, al Parco Sempione.

parRiportiamo di seguito le principali novità previste dal nuovo Piano di azione regionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAR) per quanto riguarda i vincoli di utilizzo (misure di mitigazione), obbligatori a partire dal 15 marzo 2019, di alcuni principi attivi (attenzione che alcune norme sono differenziate per provincia!):
BENTAZONE 1) divieto, su tutto il territorio regionale, di utilizzare la sostanza attiva per i programmi di diserbo del riso; 2) ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Bentazone al massimo sul 50% della SAU aziendale (rappresentata dalla somma delle colture su cui la sostanza attiva è autorizzata) e riduzione della deriva del 30%; tale misura è prevista per la sola provincia di Pavia-
FLUFENACET: 1) annualmente, ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Flufenacet al massimo sul 70% della SAU aziendale, rappresentata dalla somma delle colture su cui la sostanza attiva è autorizzata, indipendentemente dall’epoca in cui viene distribuito e dalla concentrazione con cui la sostanza attiva è presente nel formulato.